(disegno di cyop&kaf)

(disegno di cyop&kaf)

La polveriera

Ancora una volta si è dovuto verificare un drammatico fatto di cronaca per riportare all’attenzione nazionale la complessa vicenda di Castel Volturno, dove ormai da anni una numerosa comunità africana vive nell’abbandono più assoluto.

A qualche settimana di distanza dal ferimento di due ragazzi ghanesi abbiamo riletto le cronache dei quotidiani, le testimonianze e le dichiarazioni ufficiali provando a dare un ordine a quest’insieme di voci, ricostruendo i fatti, mettendo in evidenza i vari punti di vista e descrivendo quali sono state le decisioni prese dal governo per far fronte a questa nuova emergenza. Infine, abbiamo provato a raccontare la complessa realtà che caratterizza oggi Castel Volturno e abbiamo cercato di elencare alcune possibili politiche da intraprendere.

Domenica 13 luglio, Cesare Cipriano, un ragazzo di ventun’anni, ha sparato alle gambe di due ragazzi ghanesi ferendoli gravemente. Secondo quanto ha raccontato al giudice per le indagini preliminari, sarebbe intervenuto in difesa dello zio Pasquale, che poco prima aveva avuto un’accesa discussione con un ragazzo ghanese, Yussef, accusato di aver rubato una bombola di gas. Accusa che Yussef aveva respinto affermando che la bombola era di sua proprietà. Da lì è nata una discussione. In difesa di Yussef è intervenuto Nicolas, un connazionale che era lì di passaggio. La discussione è degenerata in una colluttazione. Poi, dopo una decina di minuti è sceso in strada Cesare Cipriano e ha sparato.

Pag. 2, 3, 4 e 5 – La polveriera Castel Volturno – Dopo il ferimento in estate di due africani e le manifestazioni contrapposte di bianchi e neri, il governo ha preso delle misure che riguardano l’ordine pubblico ma non gli investimenti, la salute, la convivenza. Attori e scenari di una situazione esplosiva.

Pag. 6 e 7 – Quarant’anni e quattro figli – Sposata e con un figlio, Maria è partita dalla Nigeria a sedici anni. Appena arrivata è stata venduta agli sfruttatori per cinquanta milioni e messa a fare la prostituta in strada. Da allora sono passati quasi trenta anni. Così, Maria racconta la sua storia.

Pag. 8, 9, 10 e 11 – Il Vangelo nell’altra Africa – Il comboniano Giorgio Poletti è arrivato a Castel Volturno nel 1994, di ritorno dall’Africa. Racconta l’impatto con la prostituzione, le messe in pineta per i tossici, le iniziative sempre più politiche, fino ai permessi di soggiorno “in nome di Dio”.

Pag. 12 e 13 – Viaggi al termine della notte – Emanuele viene dal Gambia. Voleva raggiungere la Grecia ma si è fermato a Castel Volturno. Negli anni Ottanta gli stranieri erano pochi. Ha cominciato a vendere droga. Poi è andato al nord, ha lavorato, ha smesso, è ricaduto. Infine è tornato.

Pag. 14 e 15 – Un’odissea di vent’anni – Domenica è arrivata in Italia dal Ghana nel 1992, a venticinque anni. Donna di servizio a Villa Literno, operaia in fabbrica a Brescia e Pordenone, poi il negozio di parrucchiera, l’import-export, un bar a Castel Volturno, un figlio e la voglia di tornare.

Pag. 16 e 17 – Ascoltare come prima cura – A colloquio con Gianni Grasso, medico di base, punto di riferimento per le donne africane che vivono a Castel Volturno. La necessità dell’ascolto, la pratica del consiglio, le strategie di una medicina povera che in questi anni ha aiutato migliaia di persone.

Pag. 18 e 19 – Dodici pollici – Libri: Camorra Sound, di Daniele Sanzone; Tra le macerie, di Davide D’Urso; I Buoni, di Luca Rastello. Giornalismi: Un archivio di storie contro i luoghi comuni. 

Con i testi di jefferson seth annan, salvatore porcaro, sara pellegrini, riccardo rosa, luca rossomando e i disegni di cyop&kaf, sam3, diegomiedo

( copertina di cyop&kaf )

Regione Campania, Commissione antimafia: presidente indagata per voto di scambio di stampo mafioso. Come se un sindaco ex giudice facesse apologia dell’anarchia.

flash

Tag: piazzetta rosario di palazzo

Lunedì 29 giugno, alle 21:30, verrà proiettata in Piazzetta Rosario di Palazzo (Quartieri Spagnoli), La Sfida, di Francesco Rosi, in pellicola 16 mm. La proiezione è organizzata in collaborazione con il Nova Cinema di Bruxelles. La Sfida (83′; B/N; 1958) Napoli. La seconda guerra mondiale è da poco finita. La città è distrutta dai bombardamenti. Vito Polara è un contrabbandiere di sigarette, ma a seguito di un affare andato male decide di dedicarsi al commercio all’ingrosso di prodotti ortofrutticoli, scontrandosi però con gli equilibri di […]

                                                  Giovedì 23 aprile 2015 a partire dalle 18,00, in Miniera (vico Giardinetto, 22) VIANDANTI una mostra di Crisa a seguire, dalle 21:00 a mezzanotte, in mezzo al Rosario (piazzetta Rosario di Palazzo) DIEGO + EKSPO rock ‘n’ roll, soul, funk, hip hop, reggae musica amplificata e accompagnata da ALBURNIAN SOUND SYSTEM è prevista, per i fanatici, proiezione pubblica della partita Napoli-Wolfsburg  […]

Sabato 21 Febbraio 2015, alle 18:00 con lo spettacolo Sant’Antonio Pulcinella inaugura Miniera, spazio per le arti. Guarrattelle di Bruno Leone, musiche di Davide Chimenti. Ingresso gratuito, uscita a cappello. Per riunirsi attorno a un fuoco – fino a non moltissimi anni fa – servivano due cose: un braciere e del carbone. A vico Giardinetto, giusto in mezzo ai Quartieri Spagnoli, in uno dei tanti vuoti sovrastato dai pieni dei palazzi, il gravunaro lo vendeva a secchi. Possiamo immaginarlo, nero fin nelle pieghe rugose di […]

Verrà presentato domani, lunedì 29 dicembre, ai Quartieri Spagnoli (piazzetta Rosario di Palazzo – a partire dalle 19,00), il nuovo libro di cyop&kaf: Taranto. Un anno in Città vecchia. Dopo la presentazione concerto di ‘E ra maggi e dancehall a cura di Ma.Gi.Ca. Riddim/Binnu&Fayah, powered by Voice of the people sound system.  Pubblichiamo a seguire una delle interviste che trovate nell’appendice al volume, dal titolo: Timoni al vento. Alcune storie della Città vecchia raccontate da chi le ha vissute, raccolte nel corso dell’ultimo anno dalla redazione di […]

Tre giorni di musica in strada. Con tre amici dj e con voi. Con un assaggio di linguine ai granchi felloni (come si dirà in italiano?). Con le freselle pomodorini e rucola. I palazzi attorno e il cielo in testa. Per decentrarsi, spargersi e mischiarsi come semi al vento… dalle 19 a mezzanotte, piazzetta Rosario di Palazzo, Quartieri Spagnolilunedì 4 / Rock’n’roll / DIEGOmartedì 5 / Soul Funk Hip hop / ROBERTINOmercoledì 6 / Rocksteady Ska / CICCIO SCIO’

È passato un anno. Un anno intenso di presentazioni e incontri in tante città italiane ed europee. In questi posti ci siamo andati armati di storie, volti, dipinti e passioni di un intero quartiere. Per questo ci sembrava doveroso concludere questo lungo tour lì dove tutto è cominciato. E allora vi invitiamo, il 4 il 5 e il 6 luglio a piazzetta Rosario di Palazzo, nel cuore dei Quartieri Spagnoli. Con Ciro, Claudio, Maria, che quella piazza la fanno vivere tutti i giorni; con le loro […]

  Da Repubblica Napoli dell’11 luglio 2013 Si può visitare in questi giorni, e ancora a lungo nei Quartieri Spagnoli, una mostra sui generis, un’esposizione a cielo aperto dei duecentoventitre dipinti che Cyop&Kaf hanno disseminato nell’arco di tre anni in un’area che va da Montecalvario a Sant’Anna di Palazzo, utilizzando come supporto muri di pietra e di mattoni, saracinesche e vecchi portoni. Non è la prima volta che i due artisti napoletani si confrontano con i Quartieri Spagnoli. “Buio”, nel 2007, si visitava a luci […]

  Venerdì 5 luglio, piazzetta Rosario di Palazzo | Quartieri Spagnoli | Napoli  | dalle 18:00 a mezzanotte Un solo quartiere, oltre duecento dipinti e una mappa per perdersi cercandoli. Il lavorìo di tre anni raccontato in un libro che racconta per immagini e testi quanto è stato. Un numero speciale di Napoli Monitor e una mostra nella mostra. In più, visite suonate e un gran concerto all’aria aperta. Tutto fieramente autorganizzato. Facciamola breve ché nell’incipit c’è già la fine: ho dipinto (e continuerò a farlo) per tre anni […]

Regione Campania, Commissione antimafia: presidente indagata per voto di scambio di stampo mafioso. Come se un sindaco ex giudice facesse apologia dell’anarchia.

flash

torna su

  • #000000
  • #FFFFFF
  • ----------
  • #1A181C
  • #1A181C
  • #006759
  • #A0D3C5
  • #00A48B
  • #1A181C
  • #000000
  • #FFFFFF
  • ----------
  • #1A181C
  • #004A3F
  • #006759
  • #A0D3C5
  • #00A48B
  • #004A3F
  • #000000
  • #FFFFFF
  • ----------
  • #1A181C
  • #004A3F
  • #006759
  • #A0D3C5
  • #00A48B
  • #006759
  • #000000
  • #FFFFFF
  • ----------
  • #1A181C
  • #004A3F
  • #006759
  • #A0D3C5
  • #00A48B
  • #A0D3C5
  • #000000
  • #FFFFFF
  • ----------
  • #1A181C
  • #004A3F
  • #006759
  • #A0D3C5
  • #00A48B
  • #00A48B